Cigar

 

Cigar

Cigar


Cavallo da corsa di razza purosangue inglese, campione negli USA nato il 18 aprile 1990 e deceduto il 7 ottobre 2014.

Generato da Palace Music e Solar Slew. Di proprietà di Madeleine A. Paulson, Cigar fu allevato da Allen E. Paulson, allenato da Alex Hassinger e successivamente da William I. Mott (all’età di 4 anni).

Iniziò la carriera agonistica nel 1993 a 3 anni, quell’anno vinse solo 2 corse su 9 partenze, nei tre tentativi in corse di Gruppo arrivò 3° nell’Ascot Hcp-G3, 2° nella Volante Handicap-G3 e solo 11° all’Hollywood Derby-G1. L’anno seguente, sotto la guida di William I. Mott, Cigar vinse un’ Allow race ad Aqueduct con ben 8 lunghezze di vantaggio, fu la prima di una lunga striscia vincente (16 vittorie). Dopo la prestazione dominante in Allow concluse l’anno con una vittoria nella NYRA Mile-G1 (ora Cigar Mile Handicap) per 7 lunghezze. La stagione seguente (1995) iniziò con una vittoria in Allow per 2 lunghezze, seguirono le vittorie nella Donn Handicap-G1 e nella Gulfstream Park Handicap-G1 per 7 lunghezze, fu la volta della Oaklawn Handicap-G1, vittoria per 2 lunghezze davanti Silver Goblin e Concern (vincitore della Breeders’ Cup Classic 1994). Ancora una vittoria davanti Concern nella Pimlico Special Stakes-G1, la striscia vincente arrivò a 7, poi Massachusetts Handicap e ancora Hollywood Gold Cup-G1 per 3 lunghezze con 126 libbre di peso. Vinse le 2 corse preparatorie Woodward Stakes-G1 e Jockey Club Gold Cup-G1 in vista della Breeders’Cup poi successivamente vinta a tempo record di 1:59.58. Concluse una stagione perfetta e fu nominato  Horse of the Year e American Champion Older Male Horse (1995). Ottenne anche il record di 8 vittorie in corse G1 in un’unica stagione, pari solo a Lady’s Secret (1986). Nella stagione 1996 Cigar vinse nuovamente la Donn Handicap-G1 e fu inviato a Dubai, dove si svolse la corsa inaugurale della coppa più ricca del mondo, Dubai World Cup (all’epoca 4.000.000 di dollari), Cigar vinse per mezza lunghezza davanti Soul Of The Matter. Tornato negli USA Cigar continuò a vincere, Massachusetts Handicap e l’ Arlington Citation Challenge Invitational, entrambe con 130 libbre di peso, fu la 16° vittoria consecutiva ed eguagliò il record di Citation (Record battuto da Zenyatta nel 2010). Un 2° posto nella Pacific Classic-G1 mise fine alla striscia vincente di Cigar. In seguito tornò alla vittoria nella Woodward Stakes-G1 ma fu l’ultima vittoria in carriera, seguirono un 2° posto nel Jockey Club Gold Cup-G1 ed un 3° posto nella Breeders’Cup del 1996.

Cigar chiuse la carriera agonistica con 19 vittorie, 4 secondi posti e 5 terzi posti su 33 partenze, con un guadagno complessivo di $ 9,999,815. Fu eletto al National Museum of Racing and Hall of Fame nel 2002.

Vittorie Importanti

  • NYRA Mile (1994)
  • Oaklawn Handicap (1995)
  • Gulfstream Park Handicap (1995)
  • Hollywood Gold Cup (1995)
  • Jockey Club Gold Cup (1995)
  • Pimlico Special (1995)
  • Breeders’ Cup Classic (1995)
  • Donn Handicap (1995, 1996)
  • Massachusetts Handicap (1995, 1996)
  • Woodward Stakes (1995, 1996)
  • Dubai World Cup (1996)
  • Arlington Citation Challenge (1996)

Premi

  • U.S. Outstanding Older Male Horse (1995, 1996)
  • United States Horse of the Year (1995, 1996)
  • Timeform rating: 138

Onori

  • National Museum of Racing and Hall of Fame (2002)
  • #18 – Top 100 U.S. Racehorses of the 20th Century
  • Cigar Mile Handicap a Aqueduct Racetrack
  • Statua a Gulfstream Park

Pedigree di Cigar

Palace Music The Minstrel Northern Dancer
Fleur
Come My Prince Prince John
Come Hither Look
Solar Slew Seattle Slew Bold Reasoning
My Charmer
Gold Sun Solazo
Jungle Queen

Breeders’Cup 1995

Precedente Electrocutionist Successivo Dubai Millennium

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.